Offerta Formativa

La Scuola secondaria di 1°grado comprende l’insegnamento di n.4 CLASSI DI STRUMENTO: CHITARRA, CLARINETTO, PIANOFORTE E VIOLINO. L’iscrizione viene effettuata previa prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola per gli alunni che all’atto dell’iscrizione abbiano manifestato la volontà di frequentare i corsi. Sono ammessi alle classi di strumento n. 28 alunni in totale (n.7 alunni per ogni classe), sulla base di una graduatoria di merito.

L’insegnamento strumentale conduce, attraverso l’integrazione con l’educazione musicale e l’apprendimento della notazione e delle strutture metriche e ritmiche, all’acquisizione di capacità cognitive in ordine alle categorie musicali fondamentali (melodia, armonia, ritmo, timbro, dinamica, agogica) e alla loro traduzione operativa nella pratica strumentale, onde consentire agli alunni l’interiorizzazione di tratti significativi del linguaggio musicale a livello formale, sintattico e stilistico. I contenuti dell’educazione musicale, a loro volta, e in specie l’educazione dell’orecchio, l’osservazione e analisi dei fenomeni acustici, il riconoscimento degli attributi fisici del suono, la lettura dell’opera musicale intesa come ascolto guidato e ragionato, si modellano con il necessario contributo della pratica strumentale”. (D.M. 6 AGOSTO 1999-Allegato A)

La prova è preparata e valutata da una commissione interna alla scuola composta dagli insegnanti di strumento e presieduta dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato. Vengono ammessi a ogni classe di strumento gli alunni, compresi gli alunni H, che abbiano superato la prova attitudinale (stessa prova per tutti). Il giudizio della Commissione è inappellabile. Può essere ammesso al Corso il totale di 28 alunni.

L’assegnazione dello strumento, in numero rispondente alle disposizioni normative, viene effettuata in base alla graduatoria di merito. Non è ammessa rinuncia alla classe di strumento nel secondo e terzo anno di Corso, se non per comprovati motivi di salute che ne impediscano la frequenza. Al primo anno di ammissione al Corso è ammessa rinuncia entro il 1 luglio, antecedente l’inizio dell’anno scolastico.

Le classi di strumento attualmente sono: chitarra, clarinetto, pianoforte e violino, istituite con decreto del MIUR. Le prove di ammissione sono costruite in modo da rilevare:

  • attitudini ritmiche – Riprodurre con le mani quattro facili ritmi proposti dalla commissione;
  • attitudini vocali – Intonazione al pianoforte di alcuni facili intervalli melodici;
  • test per la scelta dello strumento – Verifica della predisposizione fisica del candidato in relazione allo strumento indicato nella scelta;
  • colloquio finale – Il candidato è invitato ad esporre le proprie motivazioni ed aspettative nei confronti dello studio musicale, con particolare riferimento allo strumento scelto;
  • eventuale esecuzione musicale con lo strumento scelto di un brano a libera scelta, tratto dal repertorio classico o moderno.

Per ciò che concerne l’arricchimento della proposta formativa attraverso la didattica per progetti e le attività di laboratorio, la scuola secondaria di 1°grado è impegnata nella realizzazione di:

  • LABORATORIO MOBILE COLLABORATIVO, per la didattica delle scienze. Il laboratorio è dotato di notebook collaborativo utilizzato dal docente e tablet con tastiera docking completo di software collaborativo da parte degli alunni. Un kit di livello intermedio permette lo studio delle scienze in gruppo attraverso una serie di esperienze. La dotazione degli strumenti per la didattica digitale delle scienze, il cui valore si attesta sui 20.000 euro, è stata possibile grazie alla erogazione dei fondi strutturali europei per i progetti del “PON per la scuola”. L’Istituto ha ottenuto il finanziamento grazie al progetto elaborato in risposta all’Avviso pubblico “Competenze e ambienti di apprendimento”. (Tutte le classi)
  • PROGETTO DI ISTITUTO “VIVERE LO SPORT al fine di valorizzare la disciplina motoria e sportiva quale possibilità di scoperta degli aspetti comunicativi, culturali e relazionali dell’espressività corporea, anche in coerenza con la Risoluzione del Parlamento europeo del 13 novembre 2007 sul ruolo dello sport nell’educazione quale opportunità formativa di stili comportamentali improntati alla perseveranza, alla determinazione e al fairplay, ossia al ‘gioco corretto’ e rispettoso delle regole. Il progetto si conclude ogni anno con una manifestazione sportiva. (Tutte le classi)
  • PROGETTO DI ISTITUTO “SCUOLA IN CAMMINOconsistente nell’attraversamento di sentieri del nostro territorio nell’arco di 2/3 giorni, quale strategia per la conoscenza di sé e del contesto naturalistico, storico e culturale in cui ci si muove. Gli itinerari sono diversificati per livelli di difficoltà, e calibrati sulle età degli alunni. (Tutte le classi)
  • PROGETTO DI ISTITUTO “TEMPO DI LEGGERE, attività di lettura con prestito periodico e sistematico di testi narrativi, finalizzato alla promozione di competenze estetiche e linguistiche. (Tutte le classi)
  • PROGETTO DI ISTITUTO “MEMORIA DELLA SHOAH”, realizzato attraverso itinerari di storia, arte e letteratura per ricordare la Shoah e, in termini più ampi, per educare alla cittadinanza attraverso la promozione di valori e di sentimenti come la responsabilità personale, la libertà democratica e la lotta al razzismo, che sono alla base della convivenza pacifica tra popoli, religioni ed etnie differenti. (Classi prime e seconde)

In occasione del Giorno della Memoria viene presentata ai genitori e alla cittadinanza una RAPPRESENTAZIONE TEATRALE per l’interpretazione di testi relativi alla memoria. (Classi terze)

  • PROGETTO “Consiglio Comunale Ragazzi (CCR)” per consolidare la formazione della cittadinanza attiva e la partecipazione democratica alla vita della comunità. (Classe terza – Ancarano)
  • GEMELLAGGIO CON LA SCUOLA EBRAICA DI ROMA, allo scopo di realizzare uno scambio di esperienze tra coetanei appartenenti a tradizioni culturali differenti. L’iniziativa si colloca nell’orizzonte pedagogico di attenzione che la nostra Scuola rivolge alla al dialogo interculturale, al rispetto delle diversità culturali e religiose e alla cittadinanza attiva. (Classi seconde)
  • PROGETTO di alfabetizzazione linguistica per alunni stranieri, con strategie idonee e calibrate sui bisogni di apprendimento e di comunicazione di ciascuno. (Alunni immigrati)
  • Attività alternative all’insegnamento della RC incentrate, in base delle indicazioni fornite dalla M. n. 316/1987 (quadro di riferimento per i contenuti da prevedere in alternativa dell’IRC), sulla conoscenza e la consapevolezza dei diritti umani, con approcci, scelti di volta in volta dai docenti (vedi par.2.15). (Alunni che non si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica)
  • ATTIVITÀ ORCHESTRALE, con saggi e partecipazione a rassegne nazionali alla fine dell’anno scolastico.

In orario extracurricolare la scuola secondaria di 1°grado realizza inoltre:

  • Attività formative per la certificazione KET di lingua inglese e la certificazione DELF di lingua francese. Le attività sono riservate ad alunni con profitto scolastico eccellente nella disciplina.
  • Attività di potenziamento delle competenze in italiano e matematica, dedicate agli alunni che abbiano conseguito un voto gravemente insufficiente nelle due discipline, alla fine del primo quadrimestre.
  • Corsi di potenziamento della lingua inglese. La partecipazione è prevista per tutti gli alunni.
  • Corsi per l’approccio allo studio del latino, rivolti ad alunni orientati agli studi liceali.

Anche la scuola secondaria di 1°grado realizza ciò che chiamiamo “pic-nic” progettuali, ossia proposte formative provenienti da agenzie nazionali, associazioni del territorio o anche da privati. Dette proposte si inseriscono in maniera organica nel curricolo delle discipline e rappresentano significativi momenti di conoscenza e di approfondimento culturale per gli alunni.

In particolare:

  • GIORNATA DELLA LETTURA nell’ambito del progetto nazionale “Libriamoci”, per la conoscenza e l’approfondimento di temi cultuali di attualità.
  • GIORNATE INFORMATIVE SUI TEMI DELLA SICUREZZA sui social network e sulla strada.
  • PARTECIPAZIONE A SPETTACOLI IN LINGUA INGLESE E IN LINGUA FRANCESE.

Possono essere inoltre accolte, di anno in anno, proposte non previste, ma ritenute interessanti sotto il profilo formativo.

In prospettiva, nel triennio, intendiamo anche:

  • Implementare l’insegnamento di una disciplina prevista nel curricolo (preferibilmente scienze) in lingua straniera, secondo la metodologia CLIL. Prime esperienze sono state già realizzate.
  • Realizzare progetti in rete con scuole europee, nell’ambito del programma Erasmus+, per lo sviluppo di competenze linguistiche, comunicative e digitali.